l progenitore di tutti i lessici e i vocabolari di greco antico è il Kritisches griechisch-deutsches Handwörterbuch di Johann Gottlob Schneider, su cui si basa il fondamentale Handwörterbuch der griechischen Sprache, opera del lessicografo tedesco Franz Passow, apparsa per la prima volta nel 1819 e poi più volte pubblicata fino alla quarta e definitiva edizione del 1831.

A tali eccellenti prodotti della lessicografia tedesca attinge il Liddell & Scott, altrimenti noto come Liddell-Scott-Jones o, in forma abbreviata, come LSJ, dizionario greco-inglese impostosi quale fonte e modello per tutti i successivi lavori lessicografici relativi al greco antico. Esso vide la luce nel 1843, redatto da quattro insigni studiosi – Henry George Liddell, Robert Scott, Henry Stuart Jones e Roderick McKenzie – e stampato presso la Clarendon Press di Oxford. Le successive edizioni risalgono agli anni 1845, 1849, 1855, 1861, 1869. Attualmente viene utilizzata la nona edizione, realizzata nel 1940 dopo un’ampia revisione.

Del LSJ furono realizzate anche due ulteriori edizioni in formato ridotto. Nel 1843, lo stesso anno in cui fu pubblicato il lessico principale, comparve anche il cosiddetto “Little Liddell”, intitolato A Lexicon: Abridged from Liddell and Scott’s Greek-English Lexicon. Esso ebbe varie edizioni e ristampe negli anni seguenti e tutte incontrarono un notevole favore nella scuola, tanto che al 2007 risale l’ultima ristampa dell’opera, basata sull’edizione del 1909, presso l’editore Simon Wallenberg Press. Nel 1889 vide la luce anche una versione del lessico in formato intermedio, An Intermediate Greek-English Lexicon, redatto sulla base della settima edizione (1882) del LSJ. Rispetto al più ridotto dizionario, questa versione conteneva un maggior numero di lemmi, al fine di coprire tutto il vocabolario essenziale del greco antico quale risulta attestato nella produzione letteraria pervenutaci, aggiungeva citazioni d’autore per illustrare la storia dei diversi usi lessicali e forniva maggiormente aiuto per l’individuazione e l’analisi delle forme irregolari.

Dopo la pubblicazione della nona edizione nel 1940 e poco dopo la morte di Stuart Jones e di McKenzie, la Oxford University Press compilò una lista di addenda et corrigenda, che fu allegata alle successive ristampe del Liddell & Scott. Tuttavia, nel 1968, questa lista fu sostituita da un Supplemento, noto appunto come Supplemento al LSJ, che non è mai stato fuso con il lessico principale, rimasto nella forma originariamente concepita dagli autori, ma è stato semplicemente aggiunto ad integrazione e aggiornamento di esso. Tale Supplemento, inizialmente edito da M.L. West, a partire dal 1981 è edito da P.G.W. Glare e dal 1988 da Glare e Anne A. Thompson. La più recente revisione del Supplemento, pubblicata nel 1996, contiene 320 pagine di emendamenti al testo principale nonché una cospicua mole di materiali aggiuntivi.

Recentemente la lessicografia si è arricchita di un’ulteriore pregevole opera di dimensioni per così dire enciclopediche, il Diccionario Griego-Español di F.R. Adrados, pubblicato in più volumi a partire dal 1989 e attualmente giunto alla lettera epsilon.