Nuovo N.°50 - LUCA RICCARDI Visualizzazione ingrandita

N.° 50 -LUCA RICCARDI

978-88-534-3431-9

Nuovo

LA «GRANDEZZA» DI UNA MEDIA POTENZA. Personaggi e problemi della politica estera italiana del Novecento.

Più dettagli

29,50€ iva inclusa

99 Articoli

  • La parola «grandezza» non sembra essere adatta a descrivere la storia della politica estera italiana
    nel Novecento. L’Italia - sia nell’età liberale che sotto la dittatura fascista come negli anni della
    Repubblica- non è mai stata una Grande Potenza. Ne ha avuto, però, senz’altro l’ambizione, seppure
    in forme diverse, secondo le stagioni politiche che ha attraversato.

    L’Italia liberale cercò di raggiungere quest’obiettivo avvicinandosi progressivamente alle nazioni dell’Intesa fino a divenire
    loro alleata nella prima guerra mondiale. L’Italia fascista tentò di ottenere il suo posto nel panorama
    internazionale attraverso una politica imperialista e aggressiva che finì per sfociare nell’ alleanza con
    Hitler. Negli anni della Guerra fredda, l’Italia democratica volle ritagliarsi un suo ruolo particolare
    nel Mediterraneo; riuscì a trovare una sua sistemazione nel campo della «politica della distensione»
    e a sfruttare alcune delle opportunità offerte dal multilateralismo e dal processo di integrazione
    europea.

    Tutto ciò fu realizzato da statisti le cui idee sono state, in larga parte, il motore di queste
    politiche che, nella loro diversità, hanno rappresentato un originale continuum nell’azione internazionale
    dell’Italia novecentesca.

    LUCA RICCARDI è professore ordinario di Storia delle relazioni internazionali all’Università di Cassino e del
    Lazio meridionale.

    In copertina: Il Ministro degli Esteri, Aldo Moro, dà il benvenuto al Segretario di Stato Henry Kissinger in visita a Roma, il 4 novembre 1974.

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche: