N.° 48 - ALESSANDRO CONT

A. CONT- Giovin signori

Riferimento: 978-88-534-3429-6

15,00 €
Tasse incluse

QUADERNO. 48

GIOVIN SIGNORI

Gli apprendisti nel gran mondo nel Settecento italiano

Prefazione di Aurelio Musi

Quantità

Giovin signori

Gli apprendisti del gran mondo nel Settecento italiano

Le personalità e le biogra e dei giovani gentiluomini rispecchiano e incidono, nel contempo,
sulla varietà e sulle dinamiche del mondo nobiliare italiano nel secolo XVIII. Secondo un luogo
comune dell’epoca, sviluppato magistralmente nel poemetto Il giorno di Giuseppe Parini,
i rampolli dei casati aristocratici sono spesso damerini in ngardi, narcisisti ed e eminati.
Numerose fonti archivistiche inedite di diversa provenienza consentono di precisare le ragioni
e l’e ettivo ruolo storico di questo fenomeno sociale. Ma soprattutto, esse contribuiscono a
chiarire analogie e diversità nelle attitudini e nei costumi dei «giovin signori» della Penisola e
delle maggiori isole adiacenti durante l’ultimo secolo dell’Antico Regime. Così, alla luce dei loro
rapporti familiari, della loro formazione culturale, del loro progressivo inserimento nel «gran
mondo» (alta società) i giovani nobili si mostrano nella concretezza del loro vissuto e nella
realtà del loro ceto di appartenenza.


The personalities and biographies of the young gentlemen both re ect and in uence, at the
same time, the variety and the dynamics of the Italian aristocratic world in the eighteenth
century. According to a commonplace of the time, masterfully developed in the poem Il giorno
(The Day) of Giuseppe Parini, the scions of aristocratic families are often lazy, narcissist and
e eminate dandies. Many unpublished archival sources of di erent provenances allow to specify
the reasons and the e ective historical role of this social phenomenon. But above all, they help
to clarify similarities and di erences in attitudes and customs of the «giovin signori» (young
noblemen) of the Peninsula and the major adjacent islands during the last century of the Old
Regime. Thus, in light of their family relationships, their cultural background, their progressive
integration into the «gran mondo» (high society), the young aristocrats are manifested in the
concreteness of their experience and in the reality of their class membership.


ALESSANDRO CONT (Rovereto, 1982) è funzionario archivista della Soprintendenza per i beni culturali
della Provincia autonoma di Trento. Il suo ambito di ricerca riguarda la storia della nobiltà, dell’alto
clero e delle corti principesche nell’Italia di Antico Regime.
In copertina: Pietro Longhi (nato Pietro Falca), Il precettore dei Grimani. Olio su tela, seconda metà del
sec. XVIII. Calvagese della Riviera (Brescia), Fondazione Luciano Sorlini (particolare).


978-88-534-3429-6
44 Articoli

16 altri prodotti della stessa categoria: